REVOCA DELLE ORDINANZE N.26/2018 E N.31/2018 DI NON POTABILITÀ DELL’AQUA

Data:
01 Agosto 2018
Il sindaco
Viste le ordinanze n.26/2018 e n.31/2018 con la quale si segnalava, e seguito di analisi periodica microbica effettuata dalla ditta incaricata Laboratorio Analisi Ambientali srl, la non conformità dell'acqua ad uso domestico e la conseguente raccomandazione ad bollire l’acqua per l’uso alimentare;
Considerato che per ripristinare i corretti parametri batteriologici si è reso necessario intervenire con urgenza alla pulitura approfondita dei bacini di raccolta dalle sorgenti ed al temporaneo aumento della percentuale di cloro necessario all’abbattimento delle residue colonie di batteriche;
Preso atto:
  • Del successivo rapporto di prova n.18/2773 del 30/07/2018 della ditta Laboratorio Analisi Ambientali srl, incaricata da questa amministrazione a verificare la qualità dell’acqua ad uso potabile su tutto il territorio;
  • Che dal rapporto risulta che la qualità dell’acqua ad uso potabile è conforme agli standard di legge;
Visto l’art.54 del D.lgs. n.267/2000 come sostituito dall’art.6 della Legge n.125/2008;

ORDINA LA REVOCA IMMEDIATA DELLE ORDINANZE N.26/2018 E N.31/2018 DI NON POTABILITÀ DELL’AQUA

Dispone:
  • Di dare comunicazione dell’avvenuta adozione del presente provvedimento attraverso la sua affissione presso gli esercizi pubblici, la pubblicazione sul sito web, oltre ad ogni altro mezzo e forma idoneo; ? Gli addetti comunali e gli agenti della forza pubblica sono incaricati dell’esecuzione della presente;
  • Che avverso il presente atto è ammessa proposizione di ricorso giurisdizionale davanti al Tribunale Amministrativo Regionale entro giorni 60, ovvero al Capo dello Stato entro giorni 120.

Ultimo aggiornamento

Lunedi 02 Novembre 2020